Decreto di Adeguamento al GDPR 2018, ecco tutte le ultime novità

Decreto di Adeguamento al GDPR

E’ ufficiale: è stato approvato in data 08/08/2018 dal Consiglio dei Ministri il Decreto di Adeguamento al GDPR.
Questa novità in merito alla legge sulla privacy 2018 prevede una graduale entrata in vigore della riforma, garantendo alle PMI un “periodo di tregua” di 8 mesi, nei quali saranno limitati controlli e ispezioni.

Il testo del decreto di adeguamento è stato pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale, e bisognerà attendere il 19 settembre per l’entrata in vigore del decreto a pieno regime,

Puoi dare un’occhiata alla documentazione emessa dal Garante della Privacy, relativamente ai cambiamenti apportati dal Regolamento UE 2016/679

Ecco cosa prevede il Decreto approvato dal Governo.

 

Regolamento Europea GDPR

COSA PREVEDE IL DECRETO DI ADEGUAMENTO AL GDPR?

Il decreto approvato definitivamente dal Governo ha come titolo “Disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio”, del 27 aprile 2016.
Il testo riguarda la protezione delle persone fisiche in merito al trattamento dei dati personali e la libertà di circolazione dei dati ad esse correlati.

Ora è possibile fare più chiarezza sulle sul decreto di adeguamento al GDPR e sulle sanzioni applicabili.

Come detto precedentemente, verrà garantito un periodo transitorio di 8 mesi per controlli e ispezioni (salvo i provvedimenti del Garante e le autorizzazioni), che saranno oggetto di un successivo riesame, nonché i Codici deontologici vigenti per le imprese in merito alle sanzioni previste.

Per questi motivi il Governo pare aver accolto la richiesta di procedere con gradualità nell’avvio delle ispezioni.

 

legge sulla privacy 2018

PERCHE’ È STATO INTRODOTTO UN “GRACE PERIOD” DI 8 MESI?

Un comunicato stampa pubblicato a margine del Consiglio dei Ministri dell’8 agosto, ha previsto questo periodo di transito al fine di introdurre gradualmente la regolamentazione in merito ai controlli aziendali, considerate anche le corpose sanzioni previste per chi non rispetta il regolamento (fino a 20 milioni di euro).

Questo “Grace Period consentirà un più agevole adeguamento al nuovo regolamento GDPR per le PMI.

Il Garante promuoverà uno statuto speciale per l’adeguamento al nuovo regolamento e per i titolari del trattamento dati.

Riassunto Decreto di Adeguamento al GDPR

 

Riassumendo: tutte le imprese che stanno operando per mettersi al pari con la normativa sul GDPR, potranno tirare un respiro di sollievo e procedere con più calma, agevolate dal periodo di transito di 8 mesi.

Ovviamente, questo non significa che è possibile prendere sotto gamba la faccenda: il GDPR, come già detto più volte, è in vigore, e tutte le aziende devono adeguarsi secondo quanto previsto dalla legge, altrimenti è forte il rischio di incorrere nelle pesanti sanzioni, che comunque non sono state annullate, ma saranno dosate e valutate in base alle motivazioni e alla volontà della persona di volersi adeguare secondo quanto richiesto dalla normativa.

Per questo EuroSpace è sempre attiva con il suo servizio di supporto all’adeguamento GDPR, personalizzato per tutte le tipologie di azienda, con un reparto specifico dedicato a tale argomento e con un servizio a richiesta per l’affiancamento pre e post attivazione delle procedure.

Se ancora non lo hai fatto affrettati, contattaci per sapere come adeguare al meglio tuo sito e la tue procedure aziendali alla normativa GDPR vigente!

 

EuroSpace, Professionisti al Tuo Fianco, pronti per l’adeguamento al GDPR ed alle sue novità!