Come riconoscere ed evitare le truffe online a Natale!

Truffe-online

I mesi di novembre e dicembre sono quelli maggiormente presi d’assedio in ambito di truffe online. Sono moltissimi i siti e-commerce che propongono offerte super allettanti in occasione dei vari Black-Friday, dei Cyber-Monday, delle festività natalizie e dei vari saldi.

Secondo alcune ricerche di mercato sono emersi dei dati curiosi: dal 2018 i siti e-commerce sono letteralmente raddoppiati. Negli ultimi 6 mesi pare che siano stati registrati più di 1.700 domini simili ad amazon.com, ma che non centrano nulla con il famoso brand in questione.

Bisogna però prestare attenzione allo shopping online natalizio in quanto, dietro ad offerte apparentemente imperdibili, potrebbe esserci un hacker pronto a rubare i dati raccolti dal sito fraudolento (es. dati della carta di credito, indirizzi mail, etc.) e a mettere in atto tentativi di phishing, che potrebbero portare a conseguenze molto gravi.

Saldi online: precisazione

Soffermandoci sui saldi, c’è un altro aspetto interessante da analizzare. Secondo i dati provenienti da Google Trends, quest’anno, le ricerche sul web inerenti ai saldi estivi sono iniziati in primavera.
Un’opportunità molto interessante per le aziende di acquisire nuovi clienti e nuovo pane per hacker e truffatori di manifestarsi e mietere nuove vittime.

Se in un negozio fisico la gestione dei saldi è regolamentata in base a disposizioni regionali/nazionali, sul web si ha la possibilità di muoversi con più libertà ed autonomia e fuori dal controllo, motivo per cui è più facile incorrere in qualche truffa.

Uno dei rischi legati alle truffe è adescarti tramite i saldi. Una tecnica è quella di gonfiare all’estremo un prezzo, già in parte avviene, per poi scontarlo in modo esagerato giustificandolo come eliminazione dei costi di gestione (questa è la trappola). Altra tecnica è quella delle recensioni che sono sempre positive oltre ogni buon senso, ma sono poche o parlano solo della consegna; meglio cercare prodotti con tante recensioni sia sul prodotto che sul portale da cui dovreste comprare i prodotti.

Spesso, gli hacker e i truffatori invogliano il consumatore ad utilizzare metodi di pagamento inusuali, per non perdere la strepitosa offerta del momento, come vaglia, bonifici bancari, carte di credito e buoni prepagati.
Bisogna prestare estrema attenzione poiché l’utilizzo di questi metodi di pagamento rende difficoltosa la rintracciabilità dell’ideatore dell’offerta ma soprattutto rende ancora più complicato recuperare il denaro perso.

Il reparto IT di EuroSpace è sempre attento a tutto ciò che riguarda il tema delle truffe online. Cerchiamo sempre di sensibilizzare gli utenti a prestare maggiore attenzione ai siti che vengono aperti e ad aggiornare periodicamente i propri sistemi antivirus, per evitare spiacevoli sorprese!

 

10 consigli per evitare le truffe online

Il sito del Ministero dell’interno ha stilato un decalogo (clicca qui per vederlo) per prevenire le truffe sui siti e-commerce nelle festività principali, nei periodi di vacanza estivi e durante i saldi, occasioni dove le truffe su internet sono sempre più in agguato.

1] Utilizzare software e browser aggiornati all’ultima versione

Per poter essere maggiormente sicuri di navigare in internet in tranquillità è fondamentale aggiornare il proprio antivirus all’ultima versione disponibile. Questo permetterà una navigazione più sicura e controllata, soprattutto se ci si imbatte malauguratamente in siti fraudolenti.

Inoltre è importante effettuare un aggiornamento del sistema operativo all’ultima versione in quanto, se non aggiornato, è più vulnerabile a minacce informatiche ed attacchi hacker oltre a non avere le stesse funzionalità.
EuroSpace consiglia di effettuare un aggiornamento a Windows 10 per i computer, mentre per i server a Windows Server 2019 (per le aziende), anche in vista della scadenza degli aggiornamenti il 14 gennaio 2020.

2] Utilizzare siti certificati SSL e ufficiali

Un sito e-commerce in regola deve possedere innanzi tutto i certificati necessari legati ai protocolli https e di sicurezza e deve disporre un certificato SSL aggiornato. Potete verificarlo controllando l’url del sito e-commerce.

Un esempio: https://www.sitoweb.it ha un certificato SSL aggiornato, http://www.sitoweb.it non ha un certificato SSL aggiornato ed è considerato non sicuro.

Inoltre, è preferibile consultare negozi online ufficiali e di catene conosciute e prestare attenzione a nomi di attività mai sentite.

3] Verificare i dati appartenenti al negozio online

Un sito e-commerce in regola deve contenere dei riferimenti che rendano rintracciabile il venditore o l’azienda online come l’indirizzo, un numero di telefono o la partita IVA. La mancanza di queste informazioni deve far scattare un campanello di allarme sull’attendibilità del sito.

4] Leggere sempre le recensioni

Le recensioni e i feedback da parti di utenti che hanno acquistato un prodotto o visto un annuncio possono essere molto utili per avere maggiori informazioni e consapevolezze prima di aprire un link. Social network e forum sono delle ottime fonti per capire se ci troviamo di fronte a un e-commerce truffa. Attenzione anche quando cliccate sugli annunci sponsorizzati presenti sui social e nel web e usate gli accorgimenti che trovate in questo decalogo per capire se un sito è sicuro. La prudenza non è mai troppa!

5] Utilizzare App ufficiali dei negozi online su smartphone e tablet

Utilizza App ufficiali se acquisti dai grandi negozi online. Questo permette di evitare il rischio si essere reindirizzati su siti clone o siti truffaldini che potrebbero avere l’intento malevolo di catturare i tuoi dati bancari e indirizzi personali a scopo di frode.

6] Utilizzare carte di credito ricaricabili

L’utilizzo di carte ricaricabili è preferibile rispetto ad una classica carta di credito, per la ragione di non essere agganciate a nessun conto bancario.

Le informazioni necessarie al momento di effettuare un acquisto online sono poche, ovvero:

  • Numero di carta di credito
  • Data di scadenza della carta di credito
  • Indirizzo per la spedizione del prodotto

Se vengono chiesti dati ulteriori, come PIN, numero di conto corrente o password è molto probabile che si è entrati in uno shop fraudolento.
Al momento di concludere l’acquisto, verifica la presenza del lucchetto chiuso in fondo alla pagina o di https nella barra degli indirizzi. Cliccandoci potrai vedere alcune informazioni utili per valutare la sicurezza dl un sito. Di seguito un esempio:

 

Questi fattori sono ulteriore conferma che i dati inseriti nel sito saranno riservati e che i dati verranno criptati e non condivisi.

7] Attenzione alle mail fraudolente e alle truffe via SMS

Si tratta di casi di phishing (pratica con il quale si richiede, attraverso mail o altre modalità, di cliccare su un link allo scopo di portare l’utente in un una pagina simile del tutto ad una conosciuta e rubare dati personali come numeri di carte di credito, indirizzi mail e altre informazioni) e di smishing (stessa procedura ma svolta attraverso l’invio di SMS).

Attenzione ai link che ricevi via mail e non farti ingannare dall’offerta particolarmente allettante. Prima di cliccare, verifica sul sito ufficiale del prodotto i prezzi e documentati sul web per capire se l’offerta è davvero esistente.

8] Leggere la struttura di un articolo

Leggi come è stato strutturato un annuncio: la descrizione del prodotto è troppo breve? Le informazioni presenti sono poche o nulle? Questo può essere un campanello d’allarme. Se hai dubbi e ne hai la possibilità prova a contattare il venditore e verifica sul web se le foto sono state copiate da altri siti.

9] Confrontare sempre i prezzi con i siti originali

Non sempre se un prodotto ha un prezzo troppo basso è sinonimo di affare. Verifica sul sito ufficiale i prezzi del prodotto, se la differenza è eccessiva è meglio diffidare.

10] Fidarsi ma non troppo

Consiglio scontato, ma mai fidarsi di chi ti contatta privatamente per proporti un prodotto (un esempio classico sono le mail spam) o da chi ti mette eccessiva pressione per chiudere un acquisto. Se un prodotto è valido, l’afflusso di utenti a richiederlo sarà comunque alto senza il bisogno di pressare il potenziale acquirente.

 

CONCLUSIONE

Speriamo che questo articolo ti sia stato utile, forse alcune cose ti sembravano scontate, altre invece possono esserti state preziose.
Vogliamo concludere con un piccolo accenno alla truffa degli occhiali Ray-Ban.

La truffa consiste nel mettere in circolo sulle principali piattaforme social offerte di occhiali da sole Ray-Ban a un prezzo veramente irrisorio. In realtà dietro questi annunci si cela un virus e se si prova ad effettuare il pagamento con carta di credito, i dati della carta vengono rubati!

Inoltre, se un paio di Ray-Ban costano € 249,00.= è alquanto difficile trovare onestà se li si vende a € 19,90.=, non vi pare?

Quindi presta attenzione alle offerte che trovi sul web e, prima di effettuare l’acquisto, documentati soprattutto se il prezzo è molto più basso del normale.

Se hai dubbi sulle mail che ricevi o se ti trovi in un caso in cui, sfortunatamente, sei stato tratto in inganno da un’offerta imperdibile e non sai come uscirne, contattaci!

EuroSpace è a tua disposizione per offrirti la consulenza di professionisti informatici in grado di risolvere qualunque tipo di problematica legata alle truffe che si aggirano nel mondo web e non solo!

 

Visita il nostro sito per saperne di più sui servizi che la nostra web agency di Milano offre!

 

EuroSpace, professionisti al Tuo fianco, ti auguriamo Buon Natale e un inizio 2020…Spaziale!

 

Leggi anche: